Quasimoda e Boudicca, scampate al macello perché disabili

 

Quasimoda e Boudicca sono due vitelline, scampate alla macellazione in quanto mucche di razza limousine (usualmente allevate per la produzione di carne) e in quanto animali disabili.
Boudicca è nata un mese fa, è rimasta orfana e, non crescendo adeguatamente rispetto alle aspettative dei suoi aguzzini, sarebbe stata macellata a breve: “inutile” spendere tempo e denaro nella sua cura. Al momento è rachitica e ha una grave polmonite.
Quasimoda è nata deforme, 7 giorni fa: ha una delle due zampe anteriori totalmente al contrario, il collo storto e soprattutto è sprovvista di palato.
Il suo destino non è roseo, probabilmente non ce la farà.
Oggi sono state visitate dalle nostre veterinarie, che ne hanno accertato la situazione e ci hanno dato indicazioni sulle cure da seguire, sull’alimentazione e sulla gestione immediata della situazione.
Queste due creature innocenti sono state strappate alle loro madri, separate dai loro fratelli e sorelle, abbandonate al loro destino nell’attesa di essere ammazzate precocemente perché “inutili e improduttive”.
Grazie ad una solidarietà che è andata oltre la specie sono qui ad Ippoasi, dove le stiamo allattando e ci prenderemo cura di entrambe.
Questo evento è assolutamente imprevisto e abbiamo bisogno di tutti i buoni pensieri possibili, di sostegno fisico e anche di supporto economico, da chi potrà e vorrà.
“Questa è una storia.
La storia di un pugno di persone abbastanza motivate da rischiare la loro libertà e le loro vite per quello in cui credono.
(…)
In questa storia ci sono molti capitoli. Noi non siamo che uno. Il resto dipende da te. Siamo qui per parlare dei nostri momenti di vittoria e di sconfitta. I nostri momenti di gioia straordinaria per essere vivi su questo pianeta lottando in sua difesa, e i nostri momenti di grande disperazione quando tutto il mondo sembra schierato contro di noi.
(…) un singolo atto di resistenza vale molto di più di migliaia di parole arrabbiate.”

17/18 aprile: FESTA DI PRIMAVERA AD IPPOASI!

 

Torna la FESTA DI PRIMAVERA AD IPPOASI: vi aspettiamo il 17 e il 18 aprile, per due giornate ricchissime, tutte a sostegno di Ippoasi e del Rifugio della Bubi.
Lo scriviamo subito così non fate i soliti scherzi: PER FAVORE, LASCIATE A CASA I CANI!
Partiamo subito con il programma:
🔮 per tutta la durata della Festa di Primavera vi aspetta il Mercatino delle Autoproduzioni vegan.
Seguiteci per scoprire chi sarà con noi! ❤
17 APRILE:
🌶 A partire dalle 14:30: LABORATORIO PRATICO E TEORICO DI AUTOPRODUZIONE DI TEMPEH, KECHEK E YOGURT DI FRUTTA SECCA, a cura di Francesca Manzini della BiOsteria ALLA CUOCA ROSSA da Clara (Cso Bruno di Trento).
❌ OBBLIGATORIO PRENOTARSI VIA MAIL AL LABORATORIO (segnalate eventuali intolleranze e/o allergie): eventi@ippoasi.org
🎼 A partire dalle ore 18:30: JAM SESSION CON FEDERICA MARINARI
Musica live, relax e buone energie!
Federica Marinari è musicista, cantautrice pisana e super volontaria ad Ippoasi.
🌽 A partire dalle ore 18:30: APERITIVO BENEFIT A CURA DI CUCINA IPPOASI
Piatto vegan: offerta a partire da 5 euro (arrosticini di seitan artigianali e bevande a parte).
❌ OBBLIGATORIO PRENOTARSI VIA MAIL (segnalate eventuali intolleranze e/o allergie): eventi@ippoasi.org
18 APRILE:
🥬 A partire dalle ore 09:30:
“FermentAzioni” – PICCOLO LABORATORIO INTRODUTTIVO SULLA FERMENTAZIONE a cura di Giulia Barison e Federico Renzetti.
Il laboratorio sarà suddiviso in 3 momenti.
📌 09:30-11:30: panoramica sulla fermentazione come pratica gastronomica e politica.
📌 11:30-12:00: la fermentazione delle verdure.
📌 12:00-13:00: laboratorio pratico di fermentazione, prepareremo assieme crauti e stick di carote.
Materiale da portare:
– tagliere;
– coltello da verdura;
– ciotola grande;
– bilancia digitale (non obbligatoria);
– un vaso da un litro ca., un vaso da 500 ml e altri vasetti anche più piccoli;
– un cavolo cappuccio bianco fresco (preferibilmente bio o comunque senza pesticidi);
– due carote grandi fresche (preferibilmente bio o comunque senza pesticidi).
Il corso teorico è aperto tutt*, senza limiti di persone. Per il laboratorio pratico la partecipazione è aperta ad un massimo di 15 persone.
Al termine del laboratorio sarà offerta a* partecipanti una piccola degustazione collettiva di fermentati.
❌ OBBLIGATORIO PRENOTARSI VIA MAIL AL LABORATORIO (segnalate eventuali intolleranze e/o allergie): eventi@ippoasi.org
“FermentAzione” è ad offerta libera: Giulia e Federico hanno deciso di devolvere tutto il ricavato agli animali rifugiati ad Ippoasi. ❤
🍉 Giulia Barison (@vegculture).
Si occupa di filologia romanza, militanza antispecista e cucina anarchica, con un interesse particolare per il mondo dei fermentati. Interessata soprattutto alla produzione e all’inserimento nella cucina vegetale delle verdure fermentate, si dedica anche allo studio di altre fermentazioni spontanee, SCOBY e muffe. È appassionata anche degli aspetti metaforici e politici della fermentazione.
🍓 Federico Renzetti (@federicorenzetti). Dopo gli studi come perito agrario si appassiona ardentemente all’argomento delle piante e del #foraging. Specializzato nell’utilizzo delle erbe nella cucina vegan, nella fermentazione e nello studio di tecniche di conservazione degli alimenti, continua instancabile la sua formazione in campo erboristico e curativo.
🥦 A partire dalle ore 12:30: PRANZO VEGAN A CURA DI CUCINA IPPOASI!
Come di consueto vi delizieremo con prelibatezze preparate con amore.
Non mancheranno gli arrosticini di seitan artigianale e sarà attivo l’Ippobar dove troverete vino biologico, birra fresca, bevande analcoliche, liquori e molto altro.
⭕LA PRENOTAZIONE PER IL PRANZO VEGAN è OBBLIGATORIA ALLA MAIL EVENTI@IPPOASI.ORG
Per favore, al momento della prenotazione segnalate intolleranze o allergie.
⭕ Ecco quindi i costi per il pranzo (dolce compreso, bevande e arrosticini di seitan esclusi, acqua gratis):
– adulte: 15 euro
– 0 – 6 anni: gratis
– 7 – 12 anni: 10 euro
📚 A partire dalle 14.45: CANNIBALI E RE PRESENTANO “CRONACHE RIBELLI 3”.
Saranno con noi i compagni di Cannibali e Re, ormai amici affezionati, per presentare una delle loro ultime fatiche.
“Cronache ribelli 3” è un almanacco ancora più completo: oltre trecento storie, tantissimi disegni, illustrazioni e fotografie.
Tutto il ricavato della giornata andrà a sostenere i due rifugi nelle ingenti spese quotidiane e per l’emergenza degli adeguamenti per la PSA.

Domenica 20 marzo: Decolonialità e privilegio ad Ippoasi

Domenica 20 marzo: TORNANO GLI EVENTI AD IPPOASI! ❤
Siamo davvero emozionate, dopo ben due anni, di ripartire con gli eventi di autofinanziamento per Ippoasi e il Rifugio della Bubi.
Queste occasioni, come sapete, sono fondamentali per i rifugi, sia per il sostentamento degli animali che li abitano, ma anche come momenti di divulgazione, incontro e condivisione di pratiche e saperi.
E allora: ritorniamo a cospirare assieme! ❤
Ci vediamo allora domenica 20 marzo, per una giornata all’insegna di condivisione di storie, riflessioni, ma anche di spensieratezza e buon cibo vegan autoprodotto.
Per l’occasione ospiteremo Rachele Borghi, professora di Geografia all’università Sorbona di Parigi, geografa queer, pornosecchiona transfemminista e antispecista. Il suo lavoro s’incentra sulla decostruzione delle norme dominanti che si materializzano nei luoghi e sulla contaminazione degli spazi attraverso i corpi dissidenti e militanti.
Presenterà il suo libro “Decolonialità e privilegio. Pratiche femministe e critica al sistema-mondo”.
Dopo la consueta visita guidata mattutina, in cui incontreremo alcune delle abitanti di Ippoasi e vi racconteremo le loro esperienze e storie, pranzeremo sotto il sole di marzo, gustando le prelibatezze preparate con amore da Cucina Ippoasi.
Torneranno i mitici arrosticini di seitan autoprodotto, cotti al momento, e per tutta la durata dell’evento sarà attivo l’Ippobar con birre artigianali, liquori, l’Ippovino e succhi a volontà!
Ecco il programma:
– a partire dalle ore 10:00 conosceremo le storie degli animali rifugiati ad Ippoasi durante la visita guidata.
– a partire dalle 12:30 circa vi delizieremo con la burgerata vegan preparata da Cucina Ippoasi.
– a partire dalle 14:30, Rachele Borghi presenterà il suo “Decolonialità e Privilegio”.
– a partire dalle 14:30, contemporaneamente alla presentazione, intrattenimento bimbe e bimbi.
La donazione minima richiesta per il pranzo è di 15 euro (comprensiva di acqua e dolce), ed è gradita un’offerta libera e responsabile per la visita guidata.
La prenotazione è obbligatoria tramite mail su eventi@ippoasi.org.
È possibile partecipare solo al pranzo e alla performance.
Sarà possibile – avvisandoci per ovvie motivazioni – partecipare solo alla presentazione di Rachele.
IMPORTANTE!
▫️Segnalate eventuali intolleranze o allergie!
▫️Per favore: lasciate a casa i cani ❤️
———————————————
La decolonialità è una critica al sistema-mondo attuale, alla colonialità che ha prodotto saperi, poteri e esistenze. La decolonialità è anche una proposta. Proposta di piste per uscire dalla colonialità, per non continuare a riprodurre un mondo coloniale.
Per uscire dal colonialismo non ci si può limitare a decostruire, ma bisogna trovare il modo di agire per trasformare il mondo.
A partire dal suo posizionamento di professora all’università, di donna bianca, militante e femminista, l’autrice presenta non solo una riflessione sulla costruzione coloniale dei saperi ma anche una maniera di metterli in discussione in maniera radicale. Per fare questo, presenta una cassetta degli attrezzi critici che ogni persona può usare per interrogarsi sui ruoli dominanti e i propri privilegi ma anche sulla maniera di « inventare alternative e nuovi mondi » (bell hooks).