Comunicato sulla chiusura dell’allevamento Latteamore

Potrebbe essere un'immagine raffigurante animale e attivitΓ  all'aperto
π‘ͺπ’π’Žπ’† π’—π’Š π’‚π’ƒπ’ƒπ’Šπ’‚π’Žπ’ π’‚π’π’•π’Šπ’„π’Šπ’‘π’‚π’•π’ π’π’†π’Š π’ˆπ’Šπ’π’“π’π’Š π’”π’„π’π’“π’”π’Š, π’Š π’π’π’”π’•π’“π’Š 𝒑𝒐𝒔𝒕 π’Šπ’ 𝒒𝒖𝒆𝒔𝒕𝒐 π’‘π’†π’“π’Šπ’π’…π’ π’”π’Š 𝒔𝒐𝒏𝒐 π’‡π’‚π’•π’•π’Š π’Žπ’†π’π’ π’‡π’“π’†π’’π’–π’†π’π’•π’Š 𝒑𝒆𝒓𝒄𝒉𝒆́ π’”π’•π’Šπ’‚π’Žπ’ π’Šπ’π’•π’†π’“π’—π’†π’π’†π’π’…π’ π’Šπ’ π’π’–π’Žπ’†π’“π’π’”π’Š π’„π’‚π’”π’Š π’…π’Š π’†π’Žπ’†π’“π’ˆπ’†π’π’›π’‚.
π‘Άπ’ˆπ’ˆπ’Š π’‘π’‚π’“π’π’Šπ’‚π’Žπ’ π’…π’Š 𝒖𝒏𝒐 π’…π’Š π’’π’–π’†π’”π’•π’Š.
𝑰𝒍 𝒄𝒂𝒔𝒐 βžπ‘³π’‚π’•π’•π’†π‘¨π’Žπ’π’“π’†βž

Molti di voi sicuramente giΓ  conoscono la realtΓ  di cui parleremo oggi. Si tratta di Latteamore e Oasi Leonardo. Due realtΓ  che hanno, negli ultimi anni, raccontato di “allevamento etico”.
Bene, Latteamore e Oasi Leonardo chiudono.
Solo una volontaria, con pochissimi mezzi, rimasta ad occuparsi degli animali.
Sono quasi 500 lasciati in condizioni di estrema necessitaΜ€.
E senza fondi adeguati per una gestione corretta.
La Rete dei Santuari di Animali Liberi eΜ€ stata contattata per cercare di portare in salvo gli animali.
Altri, chiamati prima di noi, hanno rinunciato.
Non nascondiamo che pure noi avremmo voluto girarci dall’altra parte, in questa circostanza.
O scappare lontano.
Ma non l’abbiamo fatto.
Dopo lo sconforto iniziale, abbiamo trovato la forza e la determinazione necessarie per imbarcarci in un cosiΜ€ folle programma di svuotamento.
Prima che venissero prese altre misure drastiche o attuati interventi diversi da istituzioni e magistratura.
GiaΜ€ le prime pecore e capre sono partite per le nuove case.
Dove vivranno libere per sempre.
Senza dover produrre alcunchΓ©.
CERCHIAMO: rifugi, privati, fattorie, oasi, disponibili ad accogliere capre, pecore, maiali, mucche e tori.
Serve codice stalla.
E’ una corsa contro il tempo.
Per salvare quasi 500 vite.
Si tratta di un’operazione senza precedenti.
Per questo abbiamo bisogno di tutti voi.
Ogni posticino libero saraΜ€ una vita salvata.
Ancora di piuΜ€, questa occasione fa tacere ogni dubbio.
Se mai ve ne fosse stato bisogno.
L’allevamento etico e responsabile non esistono.
Latte e formaggio fanno parte della filiera della carne. Indissolubilmente legati ad essa.
Sottoprodotti.
Non si puoΜ€ né si deve produrre nulla dagli animali.
Grazie alla collaborazione di una veterinaria attivista che abbiamo coinvolto, si sta provvedendo a castrare tutti i maschi delle diverse specie.
Attualmente sono interi.
In quanto avrebbero dovuto essere utilizzati con finalitaΜ€ riproduttive.
Gli ultimi piccoli, figli di questa sciagurata gestione, stanno nascendo o sono da poco nati. Poi, saraΜ€ tutto finito.
Per favore, aiutaci a dare loro un futuro come individui.
Per favore aiutarci a trovar loro una casa dove non vengano piΓΉ sfruttati in alcun modo e passano semplicemente vivere felici.

Contattaci per proposte di adozione alla mail della ReteΒ πŸ‘‰info@animaliliberi.org

𝐍𝐨𝐭𝐚 𝐒𝐦𝐩𝐨𝐫𝐭𝐚𝐧𝐭𝐞: i Santuari della Rete che si occupano di questo caso sono: VitadaCani – Ippoasi – La Tana del Bianconiglio.
Per favore fate riferimento a questi nostri rifugi se decidete di contattare direttamente per offrire possibilitΓ  di adozione.

Domenica 16 maggio: Giornata introduttiva sulla bioedilizia e sui suoi materiali #2

A distanza di due anni, torna la giornata introduttiva sulla bioedilizia e sui suoi materiali.
In un’ottica di consapevolezza e decostruzione, abbiamo deciso di proporre un ciclo di incontri che ci aiutino a ripensare il nostro modo di costruire, abitare e relazionarci con l’altrΙ™ a noi.
Domenica 16 maggio Ippoasi ospiterΓ  un piccolo convegno autogestito sulla bioedilizia e sui suoi materiali.
La natura ci mette a disposizione risorse facilmente rinnovabili quali legno, canapa, paglia, sughero, calce (ecc.) attraverso la riscoperta dei quali possiamo invertire rotta e tornare a costruire ambienti confortevoli, diminuendo sensibilmente l’erosione del pianeta, le emissioni inquinanti e l’uso delle discariche. L’incontro Γ¨ da intendere quale riflessione sul tema del costruire consapevole.
La giornata sarΓ  organizzata in una prima parte teorica, con un intervento tenuto dal Prof. Andrea Rattazzi, presidente della “Banca della Calce”, laureato in scienze Geologiche e docente universitario, e da una sezione pratica in cui il bioartigiano edile Raffaele Barretta ci mostrerΓ  come si realizzano un intonaco in calce canapa, un mattone in calce canapa e un intonaco risanante in cocciopesto.
Β 
PROGRAMMA:
– ore 15.00: ritrovo presso il Rifugio
– ore 15.15: inizio dell’incontro teorico
– ore 17.30: focus sui materiali ecologici e inizio sessione pratica
Al termine del laboratorio, verso le 18.30, vi delizieremo con un rinfresco vegan preparato da Cucina Ippoasi.
La giornata sarΓ  TOTALMENTE benefit per gli animali rifugiati ad Ippoasi. L’offerta minima richiesta per partecipare, comprensiva anche del rinfresco/cena, Γ¨ di 40 euro a persona.
La prenotazione Γ¨ obbligatoria alla mail eventi@ippoasi.org

Sabato 15 maggio: Aperipizza e musica live ad Ippoasi!

Sabato 15 maggio, a partire dalle 18:30, non perdete il primo aperipizza benefit della stagione ippoasiana!
Per l’occasione riaccenderemo il forno a legna e sforneremo le ippopizze. Vi mancavano, vero?
Vi inonderemo di birre fresche e vino biologico, succhi e limonata!
Saranno con noi Federica Marinari, musicista, cantautrice pisana e volontaria ad Ippoasi, insieme con Andrea Niccolai al cajon e Tommy LoRusso alla chitarra.
Β 
Come sempre tutto il ricavato della giornata andrΓ  a sostenere le spese mensili di gestione degli animali rifugiati.
🟣Ci vediamo a partire dalle ore 18.30!
Β 
🟣Ecco la donazione minima per l’aperipizza (comprensivo di dolce):
– 12 euro a persona (Gratis dai 0 ai 6 anni).
Le bevande sono escluse.
Β 
*IMPORTANTE!*
I posti sono LIMITATI.
Per partecipare alla serata Γ¨ OBBLIGATORIA la prenotazione alla mail eventi@ippoasi.orgΒ πŸ™‚
🟣 In questa giornata NON verranno effettuate visite guidate.
🟣PER FAVORE, LASCIATE A CASA I CANI. ❀
🟣Segnalate sempre, al momento della prenotazione, eventuali allergie o intolleranze alimentari.

Primo Maggio ad Ippoasi

Non ce lo ricordiamo nemmeno piΓΉ, l’ultimo evento di autofinanziamento ad Ippoasi!
Β 
Siamo emozionatissime nell’annunciare che sabato 1 maggio ospiteremo il primo pranzo benefit dell’anno.
Per l’occasione riaccenderemo i fuochi di Cucina Ippoasi e vi delizieremo con la nostra versione vegan del Fish&Chips. Non mancheranno i mitici arrosticini di seitan autoprodotto da gustare con birra artigianale, vino biologico e limonata fresca!
Β 
Per tutta la durata dell’evento sarΓ  attivo il piccolo Bazar del riciclo e dello scambio senza soldi: attuiamo pratiche che mettano in crisi l’indispensabilitΓ  del denaro, incontriamoci condividendo il nostro bene piΓΉ prezioso, il tempo! COME FUNZIONA: porta quello che non usi piΓΉ, prendi quello che ti serve. Se non porti nulla ma hai bisogno di qualcosa, prendilo! Ci saranno vestiti e altri capi d’abbigliamento, utensili da cucina, libri, giocattoli e tanto altro. NO PELLE, NO LANA.
Β 
Per l’occasione saranno con noi anche le compagne del Rifugio Alma Libre, con il loro banchetto informativo.
Come sempre tutto il ricavato della giornata andrΓ  a sostenere le spese mensili di gestione degli animali rifugiati, in particolare quelle veterinarie degli ultimi mesi.
Β 
🟣Ci vediamo a partire dalle ore 12.30 per il pranzo di autofinanziamento & il Piccolo Bazar dello Scambio e del Riciclo.
🟣Ecco invece la donazione minima per il pranzo: – 12 euro a persona per vegan Fish&Chips e dolce. Gratis dai 0 ai 6 anni. Arrosticini di seitan e bevande escluse.
Β 
*IMPORTANTE!* I posti sono LIMITATI. Per partecipare alla giornata Γ¨ OBBLIGATORIA la prenotazione alla mail eventi@ippoasi.orgΒ πŸ™‚
🟣 In questa giornata NON verranno effettuate visite guidate. 🟣Per favore, lasciate a casa i cani. ❀ 🟣Segnalate sempre, al momento della prenotazione, eventuali allergie o intolleranze alimentari.
Β 
Vi aspettiamo. <3

Aiuta Ippoasi a sostenere le spese veterinarie del Rifugio

Aiuta Ippoasi a sostenere le spese veterinarie del Rifugio

A malincuore ci troviamo costrett* ad aprire una nuova raccolta fondi, specifica per le spese veterinarie che abbiamo sostenuto finora, ma anche per quelle che verranno nei prossimi mesi.
Β 
Non potendo organizzare visite guidate, eventi benefit e altri momenti di divulgazione e autofinanziamento, dobbiamo inevitabilmente chiedere – un’altra volta – il vostro aiuto e la vostra solidarietΓ  attraverso questa modalitΓ .
Β 
Nella raccolta fondi spieghiamo in breve quali interventi e spese veterinarie abbiamo dovuto affrontare a partire da dicembre 2020, ma giΓ  nei prossimi giorni cominceremo a illustrarle in maniera piΓΉ dettagliata e precisa.
Β 
Nel frattempo, grazie a chi ha giΓ  donato, a chi donerΓ , a chi condividerΓ  la raccolta fondi.
Insomma, grazie a tutt*, come sempre.