25 Aprile: Liberazione…animale! La trilogia di Ippoasi, atto secondo! :)

Non si è ancora svolto il primo dei tre eventi all’insegna della liberazione globale, che già ci apprestiamo a divulgare il secondo, che si svolgerà il giorno 25 aprile!

In tale data avremo l’onore di avere con noi Alfredo Meschi, artivista antispecista, che ci parlerà di partigianità e di liberazione animale un’esplorazione delle possibilità per andare oltre il veganismo “alimentare”, abbracciandone il potenziale rivoluzionario. “Il veganismo non è una moda, non è una tendenza, non è una dieta, non è una pratica salutistica, non è uno stile di vita, non è una tipologia di cucina, non è consumismo, non è consenso e adesione al sistema, non è un diritto, non è una mera scelta individuale, non è una forma di violenza, di imposizione né di dominio ma l’esatto contrario.” (A. Fragano). Esploriamo insieme ad Alfredo le possibilità per abbracciare il potenziale rivoluzionario del veganismo etico.

Questa tematica ci sta molto a cuore perchè ci vedono coinvolti ogni giorno, in ogni singola azione quotidiana che compiamo. Probabilmente in pochi si rendono conto della potenza che si nasconde dietro alle nostre azioni, ma noi siamo fermamente convinti che la politica non si fa in parlamento, ma la facciamo noi ogni giorno, ogni volta che decidiamo se e come mettere mano al portafoglio, ogni volta che ci sediamo a tavola, ogni volta che compiamo una scelta.

La giornata sarà condita da un ottimo pranzo in collaborazione con AnimainCucina, dall’onnipresente Biobar a disposizione tutto il giorno e dagli immancabili amici di Saltimbanco, la scuola di arti circensi di Livorno che si occuperanno di intrattenere i vostri bimbi durante la conferenza!

In ultimo, ma non per ultimi, ci saranno le amiche e gli amici di AnimalEquality con il loro stand che daranno la possibilità di far provare a tutti i visitatori i loro visori. Riteniamo preziosissimo il loro contributo al fine di poter far vedere da dove provengono la maggior parte degli animali ospitati presso il Santuario. Le parole in visita dicono molto, ma le immagini sono sicuramente più efficaci.

Ecco a voi il programma:

- 10:00 Visita guidata al Santuario di Animali Liberi

- 12:30 Grande biobuffet vegetale a km 0

- 14:30 “Liber* ad ogni costo. Partigianità e liberazione Animale”, a cura di Alfredo Meschi. Artivista antispecista, ha 40.000 X tatuate sulla sua pelle, una per ogni Animale ucciso nel mondo solo per soddisfare il nostro palato. Attraverso performance, laboratori, mostre e conferenze, porta ininterrottamente in tour per l’Italia il suo “Progetto X”, diffondendo la necessità di un veganismo partigiano.

- 16:00 Visita guidata al Santuario di Animali Liberi

Ricordiamo che questi eventi, come ogni altro, sono FONDAMENTALI  in un’ottica di raccolta fondi per il mantenimento degli Animali che vivono nei due progetti gestiti da Ippoasi: la Fattoria della Pace e il Rifugio della Bubi, oltre che per il proseguimento delle attività. Se tali giornate vi piacciono…sostenetele! E’ l’unico modo per far si che possiamo organizzarne altre! :)

Ricordiamo inoltre che la PRENOTAZIONE È OBBLIGATORIA a eventi@ippoasi.org o al numero 3897629476

Grazie di cuore!

 

13 aprile 2017: IL SALUTO DI LUNA

 

004463 è stato per 13 lunghi anni il mio unico identificativo. Una vita non vita, creata in serie: anni in cui la nostra considerazione era al pari di un oggetto, da far nascere a forza, crescere velocemente, utilizzare fino allo sfinimento, fino al gran finale: il viaggio della morte che ci avrebbe condotte nel posto che mai nessun altro animale al mondo avrebbe modo di ideare, in fila, una dopo l’altra, ad attendere terrorizzate il nostro turno mentre quelle avanti cadono tra le urla una dopo l’altra. Verso la fine della fine.

 

Questo sarebbe stato il mio triste destino, ma non so bene per quale motivo, qualcosa ad un certo punto cambiò.

Nel 2009 infatti mi fecero salire su di un camion, insieme alla mia amica Terra, altra mucca, e una capretta, ma a differenza di altre occasioni, al momento dell’apertura della rampa posteriore, abbiamo visto brillare il sole, un verde prato, tanti altri animali liberi di muoversi, di interagire, liber* e basta.

 

 

 

Eravamo talmente impreparate a questa “strana situazione” che le persone che ci accolsero dovettero spostarci immediatamente dal recinto al box, visto che le corde, data la nostra paura, non erano di certo sufficienti a contenerci. Ogni cosa che si muoveva ci spaventava. Eravamo abituate a vedere solo muri e buio, niente più.

2 anni di riabilitazione ci vollero per farci rilassare in una situazione così libera.

Per farci accettare i cavalli e gli altri che a volte ci rincorrevano per conoscerci.

Per farci accettare che gli umani non erano tutti uguali e che dal nostro trasferimento potevamo di nuovo fidarci di loro.

10.000 di loro nell’arco di 8 anni ci hanno poi conosciute. Terra è sempre stata leggermente più diffidente, a differenza mia che ero sempre a mio agio accerchiata anche da decine di persone.

10.000 umani che hanno incrociato il mio sguardo, hanno accarezzato le mie grandi spalle e che ho potuto leccare, mostrando loro tutto il mio affetto.

Momenti pieni di emozioni, in cui le riflessioni si facevano profonde. Tanti di loro per la prima volta incontravano una mucca, sentivano il calore del mantello, ascoltavano storie mai raccontate. Occasioni nelle quali in tante e in tanti si sono messi in discussione, pensando a cosa potevano fare per rispettare di più quel tesoro che avevano appena conosciuto: il prossimo.

So che in molti, dopo avermi conosciuta, hanno smesso di mangiarci e so che molti hanno smesso di rubare anche il nostro prezioso latte destinato per natura solo ai nostri figli.

10.000 incontri che hanno sconvolto la normalità delle cose, hanno dato una spinta verso una vera e propria rivoluzione culturale.

In realtà ben più persone mi conoscevano, visto che negli ultimi mesi vi era moltissima attenzione sulle mie sorti.

 

Arrivata infatti alla lodevole età di 22 anni, già da qualche mese non riuscivo più ad alzarmi, ma le volontarie e i volontari, tenaci fino alla fine, mi aiutavano con un grosso argano di ferro che mi rimetteva nel giro di 5 minuti in piedi, nonostante i miei 500kg di peso. Non me lo sarei mai aspettata. Non avrei mai pensato che alcuni di questi bipedi arrivassero a tale aiuto, visto che altri di loro ci picchiavano regolarmente nel posto dove eravamo nate.

 

Da 3 giorni però il mio corpo non rispondeva più alla mia forza vitale. Una volta in piedi con le fasce sotto la pancia, ricadevo giù come se le mie gambe mi dicessero che probabilmente era arrivato il giorno dei saluti.

Ed infatti così è stato intorno alle ore 8 di questa mattina.

Vi porto quindi il mio saluto, a tutte e a tutti voi che mi avete conosciuta, che siete stati in ansia nelle ultime settimane e che mi avete trasmesso immenso amore per arrivare fino a questo punto.

Un saluto che ringrazia tutte le persone che mi hanno accudito con grande forza fino alla fine, volontarie e volontari da tutto il mondo.

Un saluto a tutte e a tutti voi che state leggendo, sperando che anche questo mio ultimo contributo possa smuovere la vostra empatia e possa farvi ricordare una mucca come un essere senziente come voi, con una grandissima voglia di vivere. Fino alla fine.

 

 

Sicuramente io porterò con me uno splendido ricordo di voi, anime piene di amore, ringraziando di avervi conosciuti uno ad uno.

Vado, il ponte sull’arcobaleno mi aspetta.

Ci rivedremo un giorno.

Luna.

17 aprile: Liberazione…Animale! La Trilogia di Ippoasi, atto primo :)

 

Eccoci con i prossimi tre (e diciamo…tre!) appuntamenti ravvicinati alla Fattoria della Pace di Pisa! Tre giornate di festa, con visite guidate, pranzo e interessanti conferenze incentrate sulla tematica della Liberazione globale dell’individuo dalle catene, visibili o invisibili che siano. Si parte il 17 aprile con l’educazione libertaria, per continuare il 25 aprile con la partigianità e la resistenza e ultimare il 1 maggio con gli ultimi degli ultimi: gli altri Animali sulla cui schiavitù si regge l’”evoluzione” dell’uomo.

Partiamo con il primo appuntamento, quello previsto per il 17 aprile :)

“Liber* si nasce”: esperienze di educazione libertaria, a cura di Scuola Itinerante e Christian Mancini.

L’intervento si incentrerà su una riflessione sulle virtù dell’apprendimento attraverso l’esperienza; filo conduttore sarà l’importanza dell’approccio esperienziale nell’aula didattica, sia essa un edificio o un grande prato, nel tentativo di pensare in maniera radicalmente diversa al modo in cui tradizionalmente si pratica l’educazione, per quanto riguarda gli spazi e i metodi fino ad ora praticati. Il tentativo è quello di offrire un’esperienza educativa in movimento grazie alla guida di una splendida maestra, la Madre Terra.

La giornata sarà condita da un ottimo pranzo in collaborazione con AnimainCucina, dall’onnipresente Biobar a disposizione tutto il giorno e dagli immancabili amici di Saltimbanco, la scuola di arti circensi di Livorno che si occuperanno di intrattenere i vostri bimbi durante la conferenza!

Ecco a voi il programma:

- 10:00 Visita guidata al Santuario di Animali Liberi

- 12:30 Grande biobuffet vegetale a km 0

- 14:30 “Liber* si nasce” a cura di Scuola Itinerante, progetto educativo rivolto a bambine e bambini che frequentano la scuola tradizionale o praticano educazione parentale e Christian Mancini, docente esperenziale e fondatore di Nature Rock

- 16:00 Visita guidata al Santuario di Animali Liberi

Ricordiamo che questi eventi, come ogni altro, sono FONDAMENTALI  in un’ottica di raccolta fondi per il mantenimento degli Animali che vivono nei due progetti gestiti da Ippoasi: la Fattoria della Pace e il Rifugio della Bubi, oltre che per il proseguimento delle attività. Se tali giornate vi piacciono…sostenetele! E’ l’unico modo per far si che possiamo organizzarne altre! :)

Ricordiamo inoltre che la PRENOTAZIONE È OBBLIGATORIA a eventi@ippoasi.org o al numero 3897629476

Grazie di cuore!

 

1 APRILE: DECRESCERE PER SALVARE IL PIANETA!

In attesa di ricominciare con i preparativi per il consueto Vegan Days di Pontedera di fine novembre, quest’anno si è voluto smorzare il periodo antecedente con un evento che mira anch’esso a proporre nuove strade per un futuro migliore, incentrandosi sulla decrescita felice, tema sempre più attuale e urgente. Per questo Ippoasi e Lav Pontedera sono felicissimi di invitarvi a questa serata organizzata il 1 aprile presso il Museo Piaggio di Pontedera, in cui avremo l’occasione di vedere il bellissimo documentario “Il Vortice Fuori” con la compagnia dei due registi: Giorgio Affanni e Andrea Grasselli.

Il documentario parla di un percorso di decrescita, quella vera, intrapreso da Claudio che ha deciso di lasciare le illusorie comodità della società in cui viviamo per ricercare la semplicità del contatto con la natura, mantenendo forte la sua etica di rispetto verso tutte le forme di vita del pianeta. Un esempio di vita che da speranza verso un futuro diverso, verso un futuro in cui la tecnologia non governa più le nostre vite e l’economia non è guidata dai potenti che avvelenano la terra. Un futuro in cui l’uomo torna ad essere protagonista delle proprie giornate e non più un burattino in mano alla politica e al consumismo…insomma, un documentario assolutamente da vedere!

Interverranno alla serata anche Alfredo Meschi e Lorena che da anni mettono in pratica la decrescita nelle loro vite, portando con loro altri esempi di questo modo di vivere e pensare il nostro rapporto con la Terra.

In occasione della Giornata Mondiale del Circo Sociale i nostri amici della scuola di arti circensi Saltimbanco di Livorno intratterranno i bambini in modo ancora più speciale del solito! Per saperne di più sulla giornata mondiale del circo sociale visitate il sito  www.socialcircusday.org :)

Non mancherà ovviamente il buon cibo!
Ecco a voi il programma:
- ore 20:00 buffet biovegetale a km0, benefit per le due associazioni organizzatrici
- ore 21:00 proiezione del documentario “Il vortice fuori”
- ore 22:00 dibattito con i registi Giorgio Affanni e Andrea Gasselli e con Grazia Cacciola, giornalista e teorica della decrescita e intrattenimento per i bambini con Saltimbanco, la scuola di arti circensi di Livorno!

L’intero ricavato della serata andrà a sostenere le attività delle due associazioni organizzatrici: Lav Pontedera e Fattoria della Pace Ippoasi Onlus

LA PRENOTAZIONE È OBBLIGATORIA, scrivici una mail a eventi@ippoasi.org o telefonando al numero 3897629476