galli e galline


I polli ospiti di Ippoasi hanno a disposizione un’area dedicata, chiamata “il pollaio”, dove trovano riparo per la notte in tre comode casette in legno e abbondante cibo (becchime e verdure in quantità) ma hanno anche la possibilità di spaziare nel grande recinto assieme a Luna, Oliver e a tutt* gli altri* grazie a una piccola porticina sulla recinzione!Di varie provenienze che spaziano dagli allevamenti intensivi, piccoli pollai casalinghi, laboratori di vivisezione, a Ippoasi ritrovano una propria dignità a partire dall’individualità espressa dal loro nome. La serenità all’interno del pollaio è garantita da alcuni importanti fattori tra cui un adeguato rapporto maschi/femmine, un grande spazio a disposizione e molti punti di distribuzione del cibo.

TAMBURRINO: questo candido galletto proviene da un grosso gruppo di pulcini che nel 2009 l’associazione Vita da cani Onlus è riuscita a farsi affidare da un laboratorio di ricerca. E’ scampato alla vivisezione, perché in soprannumero rispetto alle esigenze dei vivisettori (i quali hanno la possibilità, per legge, di dare in affidamento gli animali usati per la ricerca anziché sopprimerli, abominio che invece avviene nella maggior parte dei casi).

TAMBURRINO è adottato a distanza da ESSEREANIMALI.

Queste galline, sequestrate dalla asl in un allevamento non in regola con le disposizioni vigenti, sono arrivate ad Ippoasi quando erano ancora pulcini, ma sono cresciute molto in fretta fino a raggiungere un peso esagerato per la loro struttura ossea. Ciò ha causato in alcune di loro problemi di artrite e podoflemmatite. Questo è un esempio della selezione genetica umana che privilegia le caratteristiche utili allo sfruttamento, piuttosto che all’armonia psico-fisica dell’individuo, e che fa nascere animali inadatti ad una vita confortevole. Per fortuna, la maggior parte di queste galline, si è ben adattata ad una vita libera e naturale.

CASSIOPEA. Adottata a distanza da RAFFAELE DI AGLIANA (PT)

ELISA. Adottata a distanza da VEGAN COME KOALA (PI)

SIMONA. Adottata a distanza da DEBORA DI TORRE CANAVESE (TO)

COSIMO. Piccolo galletto salvato da un classico pollaio casalingo, in attesa di finire in pentola. Dolcissimo alter ego di Coscialunga, il quale ogni sera lo aspetta al varco di una delle casette per fargli gli agguati…due bimbi!

COSIMO è adottato a distanza da PAOLA E ANTONIO DI UGGIATE TREVANO (CO)

STEVIA e DANIA hanno una storia molto particolare. Appartenenti a un piccolo allevatore, le loro uova rifornivano un GAS della provincia di Livorno. Quando egli decise di sbarazzarsi di loro tre all’interno del gruppo dei gassini si è mosso qualcosa: alcuni di loro non volevano che le tre amate gallinelle che fin’ora avevano fornito loro le uova, finissero al macello. Ed eccole quindi giunte a Ippoasi, dove una di loro, Dania, è diventata mamma di Melissa, Sesamo, Papavero e Girasole, e dove tutte amano razzolare, farsi i bagni di terra e spettegolare con le amiche nelle lunghe serate estive, appollaiate su qualche ramo!

STEVIA e DANIA sono adottate a distanza da ASSOCIAZIONE DI MANO IN MANO DI LIVORNO

STEVIA

DANIA

PAPAVERO e GIRASOLE. I due figli maschi di Dania e Coscialunga hanno preso decisamente molto dal padre. Durante i mesi estivi sembrano trasformarsi in latin lover e rincorrono in lungo e in largo le galline, le quali sembrano ingegnarne una dietro l’altra per scampare alle loro avances. Essendo cresciuti liberi hanno avuto la fortuna di avere una mamma vicina che gli ha insegnato tutto ciò che dei galli devono sapere per stare al mondo!

PAPAVERO è adottato a distanza dall’ASSOCIAZIONE MANO IN MANO di LIVORNO. 

GIRASOLE è adottato a distanza da ALBERTO LUIS DI SAN DAMASIO (MO)

MELISSA. Quarta figlia della coppia Dania-Coscialunga. Decisamente più tranquilla dei fratelli, la piccola gallinella ha avuto la fortuna di avere vicino a se una mamma molto premurosa, che ogni giorno insegnava ai figli tutto ciò che un pulcino deve sapere per crescere sano e forte. E Melissa ne è la prova! Ora che è cresciuta ama stare in compagnia della madre e di Dulcita e Stevia.

MELISSA è adottata a distanza da ALESSIO E OTTAVIA DI CASCINA (PI).

PIA e LIA. Galline scampate anch’esse da un piccolo pollaio di casa. Come le compagne adorano farsi lunghi e accurati bagni di terra, stare al caldo sole estivo e razzolare libere nel grandissimo recinto ippoasiano! La loro grande passione? cercare di rubacchiare qualche verdurina dal cibo dei maiali!

PIA è adottata a distanza da ALESSIA DI VIGEVANO

LIA è adottata a distanza da FEDERICA DI FORTE DEI MARMI (LU)

LUSIA. Grande amica di Gina, con la quale condivide le missioni in cerca di combinare qualche guaio! Anch’essa con un carattere molto intraprendente, non esita a svolazzare sui rami o sulle travi presenti nel pollaio. Da quando abbiamo aperto il passaggio verso il grande recinto trova in esso soddisfazione per il suo carattere curioso!

LUSIA È adottata a distanza da PAOLO DI MASSA

LILLY è una piccolissima gallinella salvata da alcuni volontari nei pressi di Firenze. E’ stata rinvenuta con le zampe piene di parassiti e con diversi parassiti intestinali. E’ stata curata per circa un mese, dopodichè è stata liberata nel grande pollaio a seguito di una sua completa guarigione. Purtroppo i parassiti le hanno “portato via” qualche porzione di dita, però la sua qualità di vita rimane altissima: Lilly riesce infatti a muoversi con grande indipendenza!

LILLY è adottata a distanza da CAROL DI FIRENZE

ZOE. Soprannominata “Sauron” per via della grande somiglianza con i velociraptor, Zoe non ha paura di niente, soprattutto delle recinzioni, che scavalca sempre con grande disinvoltura. Il suo obiettivo: mangiare il cibo dei cavalli anziani, quello dei maiali e soprattutto essere contro ogni schema o regola!

ZOE è adottata a distanza da MARIAGRAZIA DI PISA

Questi galli e queste galline arrivano direttamente dalla Liguria, dove vivevano all’interno di un campo nel terreno di un contadino: egli, a causa della propria anzianità, ha deciso un giorno di abbandonare quel possedimento, lasciando al loro destino anche questi individui i quali per fortuna sono stati salvati e condotti alla Fattoria della Pace da alcune persone sensibili che ne hanno preso a cuore le sorti. Già al loro arrivo ne erano evidenti le condizioni malconce: molte di loro mostravano problemi di salute, perlopiù legati alla presenza di vermi, parassiti e ad altre conseguenze dello stato di totale incuria nel quale erano costrette a vivere. In seguito alle tempestive visite veterinarie e alle cure amorevoli e costanti dei volontari, ora hanno recuperato appieno la forma fisica e trovato il loro posto all’interno del già nutrito gruppo di abitanti del pollaio! Ve le presentiamo:

CANNELLA è adottata a distanza da SILVIA di CAMAIORE

CURCUMA è adottata a distanza da ERICA di BRIGNANO GERA D’ADDA (BG) 

NATHALIE è adottata a distanza da MASSIMO di MARANO SUL PANARO (MO)

PRISCILLA è adottata a distanza da ALESSANDRO di GUASTALLA (RE)

SOLIDEA è adottata a distanza da GIANLUCA di MONTE SAN PIETRO (BO)

PAPRICA cerca un adottante a distanza. Se vuoi adottare tu Paprica contattaci!

SUSANNA è adottata a distanza da PAOLA di LIVORNO

PICASSO cerca un adottante a distanza. Se vuoi adottare tu Picasso contattaci!

 

 

DALI’ è adottato a distanza da ANNA di VIAREGGIO 

PIER cerca un adottante a distanza. Se vuoi adottare tu Pier, contattaci!

LINO cerca un adottante a distanza. Se vuoi adottare tu Lino, contattaci!

 VECCHIETTA. A lei va fatta una speciale menzione, in quanto al suo arrivo era probabilmente la gallina più malandata e in precarie condizioni di salute. Magrissima, di minutissime dimensioni, ma con un lungo ed arcuato becco (che dimostra la sua longeva età), Vecchietta ha purtroppo perso tutti gli artigli a causa della necrosi dovuta ad alcuni batteri, che hanno proliferato a causa delle condizioni di incuria e scarsa igiene nella quale viveva. Immediatamente sottoposta a cure veterinarie, è stata per diversi mesi separata dalle altre sue simili, nell’attesa che potesse riprendere appieno le forze: le sono state somministrate quotidianamente delle vitamine e curato ciò che resta dei suoi arti. Da quando Vecchietta è stata finalmente liberata insieme con gli altri galli e galline, sta dimostrando enorme voglia di vivere e tanta voglia di mettersi in gioco e una buonissima condizione di salute, a testimonianza che non c’è età giusta per poter trovare la felicità! VECCHIETTA è adottata a distanza da LAURA di BOLOGNA.

 ANTONIA. Antonia è stata trovata vagare in autostrada nei pressi di un autogrill da alcune giocatrici di una squadra di rugby femminile di ritorno da una trasferta. Le giovani ragazze hanno deciso che non avrebbero lasciato lì la bianca gallinella, la quale molto probabilmente si è salvata la vita gettandosi da un camion di trasporto pollame, e hanno impiegato tutte le loro energie (e diverso tempo) per acchiapparla e portarla al sicuro. Antonia è giunta così alla Fattoria della Pace: il suo becco tagliato ne dimostra la triste provenienza ma anche l’incredibile fortuna. La nuova abitante del pollaio si è subito perfettamente integrata nel gruppo e all’ambiente, dimostrando grande curiosità ed enorme voglia di vivere. ANTONIA è adottata a distanza da LE LINCI CUS PISA RUGBY FEMMINILE

I commenti sono chiusi.