CIAO GRANDE STOICO BRIO

Prima o poi sarebbe accaduto e tutte e tutti lo sapevamo. Nessuno è eterno, nemmeno chi, con grande forza d’animo e con un carattere davvero determinato riesce ad arrivare alla veneranda età di 34 anni.

E’ stato proprio così: Brio, il grande anziano del Santuario, raggiunta l’età di 34 anni (che equivalgono a poco più di 100 anni umani) ci ha salutati la mattina del 9 giugno.

La sua incredibile forza d’animo gli ha permesso di sopravvivere tutti questi anni nonostante le vicissitudini che hanno caratterizzato la sua vita.Dapprima utilizzato per le competizioni di corsa ad ostacoli nonostante il suo carattere considerato difficile (ma noi amiamo definirlo “ribelle”), una volta “inutilizzabile” a tale scopo era stato destinato a diventare cavallo da scuola per i bimbi…ma nonostante passassero gli anni il suo carattere rimase sempre ribelle e quindi poco adatto a portare bambini sulla propria schiena. Contemporaneamente, a causa delle condizioni in cui era stato costretto a vivere (detenzione in box di 9 mq) aveva sviluppato una seria allergia al fieno.

Con queste caratteristiche, a cui ci aggiungiamo un’età non più giovane Brio aveva ben poche speranze di vita se si fosse trovato in qualsiasi luogo di sfruttamento. Fortunatamente viveva già al rifugio Ippoasi e questo non solo gli ha salvato la vita, ma gli ha permesso di continuare a viverla da vero protagonista nonostante gli anni passassero e nonostante i suoi problemi di salute per fortuna gestiti grazie a un cambio di alimentazione. Mai dimenticheremo la grande corsa che l’intero branco di cavalli fecero al loro arrivo alla nuova sede di San Piero a Grado, con Brio che guidava il gruppo e tutti gli altri dietro, nonostante i suoi allora 30 anni di vita.

Brio ci ha salutati, circa un anno dopo il suo grande compagno di vita, Diddi, e ci piace pensare che possano essersi ritrovati, di nuovo insieme, a correre in una sterminata steppa. Intanto noi lo ricorderemo sempre per essere un amabile vecchietto scorbutico e indipendente, fedele alle vere amicizie, come quella che lo legava al suo compagno Diddi.

 

 

Ciao Brio, ci mancherai tanto…

Le volontarie e i volontari

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.